Angelo Sanzanni   

    Frequenze per il mio contatto

        RPT - PONTE RADIO

 
           UHF/fm
          

(1)  430.175   +1.600  Tono 71.9   (2)  430.325   +1.600  Tono 71.9

 (3)  430.275  + 1.600  Tono 71.9

           


            DIRETTA VHF  

            Camper

     VHF fm 145.500                VHF QRP fm 145.425

   RADIO  EMERGENZA

   Gruppo Radio Mobile

   VHF fm 145.250 Mhz

  


flags.es

Luca Parmitano, io tra Capitan Harlock e Gagarin

L'astronauta firma la 'Domenica con' di Rai Storia

"La mia generazione è cresciuta con un immaginario collettivo, non solo ereditato dalle missioni dell'Apollo, ma anche visto nelle immagini fantasmagoriche dei cartoni animati giapponesi. Nomi che per noi sono diventati familiari come quelli di amici reali, quali Capitan Harlock, Capitan Futuro, che vivevano le loro avventure in uno spazio raggiungibile, immediato, abitato.

Probabilmente quello spazio dell'immaginario giapponese che poi si trasferì in trasmissioni con gente in carne e ossa come Star Trek o Spazio 1999, condizionò un'intera generazione che vide lo spazio come una casa da raggiungere, un luogo da abitare e un terreno da esplorare". Il viaggio dell'astronauta dell'Esa Luca Parmitano nello spazio è cominciato così, davanti al piccolo schermo, fino a "passeggiare" davvero intorno alla Terra. Lo racconta egli stesso, scegliendo e commentando - tra scienza, fantascienza e letteratura - il palinsesto della "Domenica Con", curata da Enrico Salvatori e Giovanni Paolo Fontana, in onda domenica 11 aprile dalle 14 alle 24 su Rai Storia.
Una data scelta non a caso: sessant'anni fa, il 12 aprile, Yuri Gagarin diventava il primo uomo nello spazio: "Un eroe che appartiene a tutta l'umanità - dice Parmitano - ma probabilmente se Gagarin potesse vedere oggi quello che è stato fatto negli ultimi 60 anni non crederebbe ai propri occhi. Un'evoluzione che non è soltanto scientifica, ma anche tecnologica e umana, perché gli astronauti di oggi sono molto diversi dalla selezione di Gagarin".
L'astronauta italiano - per la prima volta nello spazio nel 2013, poi al comando della Stazione Spaziale Internazionale, nel 2019 - apre il palinsesto ricordando proprio il cosmonauta russo con un "Quark" del 1981 in cui Piero Angela intervista anche Isaac Asimov, uno dei padri della fantascienza, e continua il viaggio commentando Speciali e documentari su astronauti e scienziati, sugli "allenamenti" per il cosmo, sulla corsa tra Usa e Urss, senza dimenticare l'Apollo 11, forse la missione più conosciuta dello spazio, la prima a portare l'uomo sulla Luna.
Dopo aver ricordato i fantascientifici "anime" giapponesi e proposto un classico come "Spazio 1999", in prima serata ecco il documentario "Bajkonur, Terra" dedicato alla base in Kazakistan dalla quale lo stesso Parmitano è partito nel 2013 verso la Stazione Spaziale.
A suggellare il palinsesto, una rara intervista all'autore di fantascienza e inventore britannico Sir Arthur Charles Clarke (autore di "2001 - Odissea nello spazio") e "Il viaggio di Astolfo", riletto da Bernardino Zapponi nel 1971. E' l'occasione per rivedere due grandi: Gigi Proietti nel panni del paladino Astolfo, e Renato Rascel in quelli di un delizioso "Pierrot lunaire".
"Dov'è il confine tra fantasia, fantastico, fantascienza, scienza?", si chiede Parmitano. "A volte è difficile comprendere questo confine. Se pensiamo ad autori come Asimov, come Jules Verne, e se torniamo ancora indietro nel tempo, molto più indietro, persino il nostro Ariosto dedicò parte della sua produzione al fantastico, a quella che oggi verrebbe chiamata fantascienza, prima ancora che essa esistesse".


Una nuova rete radio digitale all'avanguardia per il soccorso alpino del Vco

Nell'ambito del progetto Sicuri in Montagna in cui la Fondazione Comunitaria VCO è partner principale del Soccorso Alpino e Speleologico Piemontese, è stato raggiunto un importante accordo di finanziamento per un progetto di aggiornamento tecnologico della rete radio provinciale ad uso soccorso Alpino.

"Il determinante contributo della Fondazione Comunitaria del VCO, senza la quale non sarebbe stato possibile aggiornare le infrastrutture, ci permetterà di sostituire i 4 ponti radio che coprono l'intero territorio provinciale e che sono attualmente analogici, con nuovi ponti digitali, che permetteranno l'utilizzo di radio tecnologicamente avanzate. Con questi nuovi apparati si avrà sempre, ad esempio, l'esatta posizione del soccorritore che utilizza una radio dotata anche di ricevitore satellitare" spiega Matteo Gasparini Delegato X° Delegazione Valdossola SASP.

"Il progetto -prosegue- dal costo preventivato di 51.000€ (di cui 40.000€ finanziati dalla Fondazione Comunitaria del VCO) consentirà inoltre di integrare nei quatto ponti, anche il Canale E (canale di Emergenza) che consentirà a chiunque (previa registrazione) di poter accedere ad un canale di libero accesso per le richieste di soccorso (canale già in uso in Valle d'Aosta, Francia e Vallese).

(Qui i dettagli del canale E: https://www.regione.vda.it/protezione_civile/Rete_radio/Canale_E/default_i.asp).

"La provincia del VCO -sottolinea Gasparini- sarà la prima in Piemonte a dotarsi di tale tecnologia, che anticipa un progetto di più ampia scala per la sostituzione dei ponti da analogici a digitali con l'integrazione del canale E su tutto il territorio regionale, creando una rete radio che comprenderà anche i rifugi CAI e consentirà una rete radio capillare, sinonimo di sicurezza per tutti gli utenti della montagna. Con questo finanziamento, riusciremo inoltre a dotare le 11 stazioni territoriali, di un primo Kit di radio a disposizione dei volontari".

"La Fondazione Comunitaria del Vco -dichiara il presidente Maurizio De Paoli- è stata ben felice di poter aderire alla richiesta della Delegazione Val d'Ossola del Soccorso Alpino, consapevole del ruolo prezioso e insostituibile di questi straordinari volontari sempre pronti a intervenire in aiuto di chi si trovi in difficoltà sulle nostre montagne".


Nuovo Evento MAI-SSTV

Esperimento 28 e 29 Gennaio 2021

Un esperimento SSTV 28 e 29 gennaio 29., l'Istituto per l'Aviazione di Mosca opererà SSTV per alcuni passaggi che superano Mosca il 28 e il 29. gennaio.PER FAVORE CONTROLLATE l'iss che passa in questi 2 giorni sulla vostra posizione (solo Europa! ) ....Si prevede che questa sarà la recente modalità PD-120 usata e sarà sui 145.800 MHz.I tempi per l'esperimento sono attualmente previsti come segue: 28 gennaio 2021- inizia alle 12:10 UTC e le trasmissioni si fermano alle 17:15 UTC; 29 gennaio 2021 le trasmissioni iniziano alle 13:10 e l'esperimento si conclude alle 18:05 UTC....Le immagini ricevute possono essere pubblicate presso la Galleria ARISS SSTV....



Oggi 31 dicembre ultimo giorno della maratona SSTV della ISS International, Space, Station, un CONTEST programmato dal 24 dicembre ........ dicevo, concluso egregiamente, nonostante sia stato un anno di Merda per tutti, almeno, ( da parte mia ) lo chiudo con TANTA ...TANTA ... SODDISFAZIONE sia sul fronte Personale che Professionale, e altrettanto come Hobbistica, da QRP, OM, e tant'altro, quindi un GRAZIE a QUESTO ANNO di MERDA....ma voglio fare i " COMPLIMENTI " , prima di tutto a Me, e poi a TUTTI ma proprio tutti, i RADIOAMATORI On-Air of World , e SWL, che hanno seguito questo EVENTO SSTV...Grazie 73 ik2zjt.......

Ciao IK2ZJT,

ARISS celebra 20 anni di operazioni continue sulla ISS. ARISS è stata fondata nel 1996 come successore di SAREX (Shuttle Amateur Radio Experiment on the USA Shuttles) esistente dal 1983. Attività a bordo della Stazione Spaziale Internazionale (ISS) dalle agenzie spaziali: NASA, Roscosmos, ESA, JAXA e CSA pure come AMSAT e organizzazioni affiliate alla International Amateur Radio Union (IARU) dei paesi partecipanti al programma, è iniziata nel 2000. La prima prova di contatti radioamatoriali utilizzando la stazione HAM sulla ISS con stazioni di terra dalla Russia e dagli Stati Uniti, avvenne 20 anni fa, il 13 novembre. Nei giorni successivi, ci furono altri test di comunicazione, mentre il primo riuscito contatto dell'ARISS con la scuola avvenne il 21 dicembre 2000. Dopo di che furono più di 1300 i contatti dell'ARISS scolastico nel mondo eseguito utilizzando i nominativi: RS0ISS, NA1SS, OR4ISS, IR0ISS, DP0ISS, FX0ISS, GB1SS, FX0STD, HL0ARISS, IZ0JPA, AB55IK, 9W2MUS, PY0AEB.Attualmente, dopo 20 anni di attività ininterrotta, i volontari ARISS conducono molti esperimenti radioamatori: ripetitori vocali radio, ripetitori APRS digitali, satelliti radioamatori, immagini SSTV, premi di attività ARISS e contatti audio e video digitali diretti con l'equipaggio della ISS. Offre agli studenti la possibilità di vivere un'esperienza emozionante: una conversazione faccia a faccia via radio amatoriale con i membri dell'equipaggio a bordo della Stazione Spaziale Internazionale. Attiva l'interesse dei giovani per STEAM e li motiva a imparare......

S.S.T.V da  I.S.S

In questi giorni è stato confermato dalla Stazione Spaziale Internazionale e da A.R.I.S.S , una lunga sessione di Trasmissione S.S.T.V. ( slow scan tv ) per gli OM. e SWL , dal giorno 24 Dicembre al 31 Dicembre....quindi, per tutti OM, facciamo manutenzione alle RADIO e lucidiamo a nuovo le Antenne, per RX immagini che trasmetteranno dalla ISS .... 73 IK2ZJT Angelo ..


29 novembre 2020

Ciao ogni collegamento viene confermato QRZ.COM  e si RICEVE via e-mail la mia QSL-CARD per l'EVENTO del 29 Novembre 2020 in CQ CQ QRP dopo 3/4 giorni, quindi controllate la vostra posta elettronica .....ciao 73 IK2ZJT   Angelo Sanzanni

Evento SSTV 1 dicembre dalla stazione spaziale ISS

Un evento SSTV dell'Istituto dell'aviazione di Mosca (MAI-75)
è attualmente in programma per iniziare martedì 1 dicembre a partire dalle ore 12:30 UTC,
Termina alle 18:25 UTC
e ancora mercoledì 2 dicembre a partire dalle 11:50 UTC e termina alle 18:25 UTC.
Ascoltate i segnali SSTV da downlink a 145.800 MHz +/- Doppler shift.
Il modo di trasmissione dovrebbe essere PD 120.
Questi tempi consentiranno un passaggio negli Stati Uniti orientali verso la fine degli orari previsti.
Immagini ricevute di qualità ragionevole possono essere pubblicate presso la Galleria ARISS SSTV su
https://www.spaceflightsoftware.com/ARISS_SSTV/
Seguiamo queste immagini SSTV di ISS nel nostro gruppo dei fan di FB ISS qui:
https://www.facebook.com/groups/254653548367766

All the 4 Space-X Nasa Crew-1 on ISS are licensed amateur radio operators , GREAT !!!!
Michael Hopkins KF5LJG ....Victor Glover KI5BKC....Soichi Noguchi KD5TVP....Shannon Walker KD5DXB ....

Al via la #Settimana_Mondiale_dello_Spazio 2020, dal 4 al 7/10 a Osimo. Tra i patrocinanti dell'evento anche l'ASI. Il 6 ottobre sarà presente il Presidente Giorgio Saccoccia... Info qui: https://www.asi.it/event/settimana-dello-spazio-2020/

9 Ottobre e contatto ISS con Piatra-Neamț - Romania - direct via YRØISSG li Astronauti sono OR4ISS (Chris Cassidy KF5KDR)
Orario di contatto 11:07 UTCRX: 145.800 MHz - FM sull'Europa !.....


29 settembre un contatto scolastico ISS con alcune scuole in Turchia!Il contatto scolastico ARISS è previsto per Chris Cassidy KF5KDR con gli studenti di
- Servizio meteorologico dello Stato turco
- Scuola superiore Maometto Zakir Ekni, Yenimahalle, Turchia
- Kuyubashi martire Oğuzhan Scuola secondaria Duyar, Keçiören, Turchia
- Scuola superiore Ted Ankara College, Gölbaşı, Turchia
- Scuola superiore Maya Anatoliana, Gölbaşı, Turchia.Il contatto è previsto circa 12:35 UTC, che è alle 14:25 CEST.Il link alla ISS sarà gestito dalla stazione radio amatoriale TC2TSC.I segnali downlink saranno udibili in Turchia e nei dintorni!!!RX su 145.800 MHz FM.

Informazioni scolastiche:Il servizio meteorologico dello Stato turco è stato istituito il 19 febbraio 1937 per soddisfare le esigenze meteorologiche del paese. TSMS fornisce servizi meteorologici e climatologici per pubblico e individuo, emette avvertimenti ufficiali sui fenomeni meteorologici, gestisce una rete automatizzata di 1636 stazioni diffusa in tutto il paese. Fornisce 24/7 servizi fornendo prodotti alle divisioni collegate con rete radar meteo all'avanguardia, raccoglie, processi, osservazione archivi, dati satellitari, radar e modelli e fornisce agli utenti.LE TED Ankara College Foundation Schools, fondate nel 1931 su richiesta e guida di Mustafa Kemal Ataturk, hanno servito con la comprensione della necessità di un continuo miglioramento, acquisite esperienze scolastiche arricchite da innovazioni scientifiche e tecnologiche che si riflettono nel mezzo di l'istruzione e la promozione di generazioni illuminate che internalizza i principi e le rivoluzioni di Ataturk. Ospita 1994 studenti di età compresa tra i 14-18 e i 14-18 anni e offre anche quattro diversi programmi educativi.Kuyubag Sehit Oguzhan Duyar Scuola secondaria fondata nel 1953 è una scuola pubblica situata ad Ankara. Ha adottato l'obiettivo di formare individui contemporanei, aperti alle innovazioni, produttivi e in grado di valutare ciò che producono alla luce dello sviluppo tecnologico. Attualmente hanno 81 insegnanti e quasi 1350 studenti. Esso svolge attività di formazione su larga scala nei campi dell'arte pittorica, della musica e dello sport. In qualità di eTwinning School, ha molte etichette di qualità nazionali ed europee.Maya Anatolian High School è stata fondata con l'obiettivo di crescere individui intellettuali, contemporanei e produttivi nel 2013. Nel 2018 venne costruito un nuovo edificio del campus adatto appositamente ai suoi 330 studenti delle superiori e 50 personale docente professionale ... Le lezioni di studio sono offerte agli studenti per poter saperne di più su diversi settori di lavoro come tecnologie di comunicazione e media, tecnologie dell'informazione, gastronomia e arte culinaria, arte & design e arte della comunicazione.Maometto Zakir Ekni Anatolian High School, donata al Ministero dell'Istruzione dalla famiglia Ekni, è stata fondata con la visione di crescere giovani individui dotati di valori diversi culturali e universali. Attualmente ci sono 50 insegnanti che servono a più di 500 studenti. La nostra scuola mira ad alzare il livello di istruzione utilizzando le ultime tecniche scientifiche, guidando i nostri studenti a migliorare le competenze di pensiero critico, rafforzare il senso delle responsabilità e l'amicizia tra gli studenti.I nomi e le domande degli studenti:

1. Mustafa: Cosa succederebbe se un astronauta, durante il suo viaggio nello spazio, portasse una malattia contagiosa all'ISS e infettasse lì gli altri astronauti? Ci sarebbero misure di quarantena come quelle quaggiù e, se fosse così, come si organizzerebbero?

2. Iris: Quali sono i vantaggi di fare esperimenti nello spazio, e potresti raccontarci di un esperimento scientifico o di una ricerca a cui stai lavorando in questo momento?

3. Kerem: per quanto ne so la ISS funziona sull'energia solare, se sì, quanta potenza usi all'ora e hai programmi o progetti per fonti alternative di energia?

4. Defne: i nostri insegnanti e la nostra famiglia ci consigliano sempre di riciclare la nostra spazzatura? Ora abbiamo una grande campagna su uffici governativi e scuole chiamate Zero Waste. Quanti rifiuti produce la ISS e li ricicli?

5. Emre: Misurazioni di tutti i tempi basate sul movimento della terra ma tu vivi fuori dalla terra. Allora, che tipo di tempo usi e come è diverso dal nostro tempo?

6. Zeynep: com'è la vita sulla stazione spaziale internazionale?

7. Muhammed: si può vedere la stazione spaziale internazionale dal mondo?

8. Reyhan: Riesci a sentire i suoni nello spazio?

9. Zeynep: in che modo vivere nello spazio influisce sul tuo corpo?

10. Abdullah: andare nello spazio ha apportato cambiamenti alla tua prospettiva sulla vita?

11. Dilay: quando andiamo all'estero, ci sono i controlli dei passaporti e loro timbrano nei nostri passaporti. Ci sono francobolli nei tuoi passaporti che mostrano il tuo viaggio da o verso il pianeta Terra?

12. Kutlualp: come riescono gli astronauti a sopportare il ritorno sulla terra dopo che una missione completata? Qual è il periodo massimo di tempo che un astronauta potrebbe trascorrere nello spazio?

13. Nisa: in che modo le radiazioni influenzano gli astronauti e in che modo si differenzia l'esposizione alle radiazioni rispetto a quella sulla terra?

14. Ilgin: Avete mai visto qualche fenomeno meteorologico da lì, specialmente i temporali?

15. Selin: il nostro insegnante di educazione fisica ci consiglia sempre di fare esercizi come push-up e addominali. Quali esercizi fisici puoi fare alla stazione spaziale?

16. Dilay: che tipo di cibo consumi? Hai una dieta speciale durante e prima del volo spaziale?

17. Kutlualp: Secondo alcune ricerche, le persone cercano possibili soluzioni per vivere su Marte. Secondo te, è possibile vivere su Marte? Se no, quanti anni ci vorranno ancora per vivere lì dentro?

18. Nisa: il sole assomiglia alla terra e che aspetto ha un'alba orbitale?

19. Ilgin: quanto tempo ci vuole per tornare sulla terra?

20. Selin: sei in grado di realizzare la rotazione della terra?

SSTV on-air space station

Trasmissione immagini  SSTV dalla Stazione Spaziale Internazionale  4-5-Agosto 2020



08/07/2020 prove di Trasmissione RADIO in QRP Bocchi di Comazzo, locator JN45RK la dove nasce il Canale Vacchelli setup : radio qrp, batteria 12v, accordatore ldg per qrp automatico,tasto verticale CW j38, canna da pesca 10 metri, filo 1,5 mm metri 7,70, balun 4.1, cavo coassiale rg58 50ohm.....


" RADIO QRP " 5 watt week end a Consonno ( il paese fantasma prov. Lecco )

collegamenti fatti con :  Polonia, Romania, Italia .....in 20 metri 14 Mhz ....FANTASTICA GIORNATA .......by IK2ZJT .....

Per TUTTI gli OM Radio-Amatori e SWL, SV2RSG/A MONTE ATHOS .....

Il Monaco Iakovos, SV2RSG/A sarà Attivo dal 07 Maggio al 10 Maggio 2020, per collegarlo via Radio ( propagazione permettendo ) opererà in " 20metri " in modalità SSB e CW ...

Il Monaco viene dal Santo Monastero di KOUTLOUMOSION, lo scambio della QSL-CARD con il MONACO SV2RSG/A è in diretta :

Monaco Iakovos Kutlumusian, Holy Monastery Koutloumousiou, Karyes, 63086 GRECIA...

a Tutti quanti BUONI DX .....IK2ZJT Angelo ...

Ogni 18 aprile, i radioamatori di tutto il mondo si mettono in onda per celebrare il World Amateur Radio Day. Fu in questo giorno del 1925 che venne creata a Parigi l'International Amateur Radio Union.

Gli sperimentatori di Radioamatori furono i primi a scoprire che lo spettro a onde corte - lungi dall'essere una terra desolata - poteva supportare la propagazione in tutto il mondo. Nella fretta di usare queste lunghezze d'onda più corte, la radio amatoriale era "in serio pericolo di essere messa da parte", ha notato la storia della IARU. I pionieri della radioamatori si sono incontrati a Parigi nel 1925 e hanno creato l'IARU per sostenere la radio amatoriale in tutto il mondo.

Oggi, Amateur Radio è più popolare che mai, con oltre 3.000.000 di operatori autorizzati!

Il 18 aprile è il giorno in cui tutte le radio amatoriali celebrano e raccontano il mondo della scienza; questa è un'opportunità per i dilettanti di mostrare la loro esperienza nelle comunicazioni digitali e wireless, a coloro che nella comunità hanno interessi di "comunicazione wireless", ma non hanno preso in considerazione l'associazione con Amateur Radio.

Il World Amateur Radio Day è il giorno in cui le Soci Membri della IARU possono mostrare le nostre capacità al pubblico e godere dell'amicizia globale con altri Amatori in tutto il mondo.

Come viene promossa la giornata è una questione per la singola società membro o Regione.

Every April 18th, radio amateurs worldwide take to the airwaves in celebration of World Amateur Radio Day. It was on this day in 1925 that the International Amateur Radio Union was formed in Paris.

Amateur Radio experimenters were the first to discover that the short wave spectrum - far from being a wasteland - could support worldwide propagation. In the rush to use these shorter wavelengths, Amateur Radio was "in grave danger of being pushed aside," the IARU's history has noted. Amateur Radio pioneers met in Paris in 1925 and created the IARU to support Amateur Radio worldwide.

Today, Amateur Radio is more popular than ever, with more than 3,000,000 licensed operators!

April 18 is the day for all of Amateur Radio to celebrate and tell the world about the science; this is an opportunity for amateurs to show there expertise in digital and wireless communications, to those in the community who have "wireless communication" interests, but haven't considered the association with Amateur Radio.

World Amateur Radio Day is the day when IARU Member-Societies can show our capabilities to the public and enjoy global friendship with other Amateurs worldwide.

How the day is promoted is a matter for the individual member society and or Region.

Groups should promote their WARD activity on social media by using the hash tag #WorldAmateurRadioDay on Twitter, Instagram and Facebook.

We hope you will join in the fun and education that is World Amateur Radio Day

LUCA PARMITANO TORNA SULLA TERRA IL PROSSIMO 6 FEBBRAIO !L'astronauta della NASA Christina Koch, insieme al comandante della stazione Luca Parmitano dell'ESA (Agenzia spaziale europea), e il comandante Soyuz Alexander Skvortsov dell'agenzia spaziale russa Roscosmos lasceranno la stazione spaziale ISS il 6 febbraio in un veicolo spaziale Soyuz che effettuerà un atterraggio assistito da paracadute a 4:14 EST a sud-est di Dzhezkazgan, Kazakistan (15:13 ora del Kazakistan).
Koch, che ha trascorso più tempo nello spazio in una singola missione di qualsiasi altra donna, è programmato per tornare sulla Terra giovedì 6 febbraio, insieme a due dei suoi compagni di equipaggio della Stazione Spaziale Internazionale.
La copertura in tempo reale del loro ritorno inizierà alle 21:00. EST mercoledì 5 febbraio sulla televisione della NASA e sul sito web dell'agenzia. La copertura per l'atterraggio inizierà alle 3:00 di giovedì 6 febbraio.Koch, che ha lanciato a marzo 2019 con l'astronauta della NASA Nick Hague e il cosmonauta russo Alexey Ovchinin, sta concludendo una missione di 328 giorni sul suo primo volo nello spazio. La missione estesa di Koch offrirà ai ricercatori l'opportunità di osservare gli effetti del volo spaziale di lunga durata su una donna mentre l'agenzia prevede di tornare sulla Luna nell'ambito del programma Artemis e prepararsi all'esplorazione umana di Marte.Koch avrà attraversato 5.248 orbite della Terra - un viaggio di 139 milioni di miglia, all'incirca l'equivalente di 291 viaggi di andata e ritorno sulla Luna. Ha condotto sei passeggiate spaziali durante i suoi 11 mesi in orbita, trascorrendo 42 ore e 15 minuti fuori dalla stazione. Ha assistito all'arrivo di una dozzina di veicoli in visita e alla partenza di un'altra dozzina. Dopo l'atterraggio, avrà completato il secondo singolo volo spaziale più lungo da un astronauta statunitense dopo l'astronauta in pensione Scott Kelly, posizionandosi al settimo posto nella lista dei viaggiatori spaziali americani con il maggior tempo nello spazio.Parmitano e Skvortsov atterreranno dopo 201 giorni nello spazio, dopo essere stati lanciati con Andrew Morgan della NASA lo scorso luglio. Morgan rimarrà sulla stazione fino al suo ritorno sulla Terra il 17 aprile. Parmitano e Skvortsov avranno completato 3.216 orbite terrestri e 85,2 milioni di miglia all'atterraggio.Completando la sua seconda missione, Parmitano avrà registrato 367 giorni nello spazio, più di qualsiasi altro astronauta dell'ESA nella storia. Skvortsov sta completando la sua terza missione e un totale di 546 giorni nello spazio, ottimo per il 15 ° posto nella classifica di endurance del volo spaziale di tutti i tempi.Dopo le valutazioni mediche preliminari, l'equipaggio tornerà nella città di recupero di Karaganda, in Kazakistan, a bordo di elicotteri russi. Koch e Parmitano saliranno a bordo di un aereo della NASA diretto a Colonia, in Germania, dove Parmitano sarà accolto dai funzionari dell'ESA prima che Koch torni a casa a Houston. Skvortsov salirà a bordo di un aereo del Centro di addestramento per cosmonauti Gagarin per tornare a casa sua a Star City, in Russia.Al momento dello sganciamento, Expedition 62 inizia formalmente a bordo della stazione, con gli astronauti della NASA Jessica Meir e Morgan come ingegneri di volo e Oleg Skripochka di Roscosmos come comandante della stazione. Rimarranno a bordo dell'avamposto orbitale fino all'inizio di aprile, quando l'astronauta della NASA Chris Cassidy e i cosmonauti russi Nikolai Tikhonov e Andrei Babkin si lanceranno alla stazione.La copertura TV della NASA sara' completa :Mercoledì 5 febbraio:8:30 AM: cerimonia di cambio della stazione spaziale durante la quale Parmitano consegnerà il comando al compagno di equipaggio Oleg Skripochka di Roscosmos21:00 AM: copertura chiusura boccaporto addio e soia (chiusura boccaporto alle 21:25)Giovedì 6 febbraio:12:15 AM: Copertura di sgancio dalla Soyuz (sganciamento previsto per le 12:50)3: Soyuz deorbit burn e landing landing (deorbit burn at 3:18 am.m at landing at 4:13 a.m.)


Stazione Spaziale Internazionale trasmissione Radio VHF fm LUCA PARMITANO con la scuola primaria in SERBIA...

International Space Station OR4ISS ( LUCA PARMITANO KF5KDP ) - 64 deg - CS2ASL (São João da Madeira, Portugal)

Lunedi, 27 gennaio, 16:33 - 16:44
Agrupamento de Escolas Serafim Leite, São João da Madeira, Portugal
Contatto RADIO VHF Fm alle ore 16:33:34 UTC
RX: 145.800 MHz - Europe -

School Information:
The Serafim Leite Schools is located in the north ofPortugal in the city of São João da madeira. It was born in 1957, and during this 60 years ofexistence it has been growing. It started by being a school with only the grammar andtoday has all levels of education:
First cycle, Second cycle, Third cycle and Secondary.
Currently it has more than 1200 students and 110 teachersthat are distributed in three buildings that make up the Serafim Leite schoolscluster. Its identity is closely linked to vocational educationthat is a national reference in vocational education. The training offerincludes Electronics, Computer, Mechanical, Audiovisual, Markting, Science andTechnology, Socioeconomic Sciences, Visual Arts and recurrent adult education. It is a school where children arrive still small in theirparents' arms and leave the school like men and women who are already graduatedwith a high degree of knowledge. It is in this educational environment where human andsocial values are privileged that our students grow with the notion thathumanity is urgently required to take action to reverse the global warming ofthe earth, making their own school an Eco-School.

The astronaut could be our eyes helping us to look theEarth in another way.

Students First Names & Questions:
1. Clara: What is your dailyroutine like on board?
2. Frederico: When you have ahealth problem what do you do? Are there any doctors on board?
3. Catarina: When astronauts goto space for how long do they stay there?
4. Mariana: Do you miss family?
5. Marcelo: Do you remember thevery first moment that you look outside de ISS and saw the planet earth? Whatdid you felt and did you think of someone special?
6. Joana: How do you bath in aship?
7. Alexandra: How can you getwater in space?
8. Tiago: What is it like tolive in the ISS?
9. Sebastião: What kind ofexperiences take place from the ISS and what are the advantages of making themfrom there?
10. Maria: How is it possibleto create an atmosphere within the ISS?
11. João: Is the perception oftime on board of the ISS different from the one you have on Earth?
12. Gabriel: How many hours ofexercise should an astronaut do each day?
13. Bruna: What effects doesspace flight have on the human body, and what do you feel
14. Maria: When you are notworking what do you do?
15. Rodrigo: Being a differentprofession how old did you realize you wanted to be an astronaut?
16. Inês: What do you miss themost about Earth?
17. Eduardo: How canweightlessness influence the health of astronauts?
18. Rita: Tell us about youradventure in space?
19. Diva: How can youcommunicate with your family?
20. Vânia: Do you feel scaredwhen you are in space?
21. Ana: How and where do theysleep?
22. Daniela: How long doastronauts train to perform space missions?
23. Sara Correia: Do you haveany specific food when you are on missions?
24. Alexandre: In an emergencysituation can you all return to Earth?

Trasmissione Radio SSTV Vhf FM , dalla Stazione Spaziale Internazionale 29 - 12 - 2019 ....

NUOVA RADIO IORS sulla ISS !!!

Primo elemento del sistema radio di prossima generazione di ARISS
Readied per il lancio su SpaceX-20Durante questo periodo natalizio, quando lo spirito di regalare e ricevere regali regna in alto, ARISS ha ricevuto un regalo speciale e ha consegnato un regalo fenomenale alla comunità internazionale. Questo è avvenuto giovedì 19 dicembre 2019.Il nostro regalo internazionale a tutti gli studenti, l'educazione STEM, il pubblico e la comunità radio amatoriale - è stato lo storico trasferimento della prima unità di volo Componenti Radio System (IORS), numero di serie 1001, al NASA Johnson Space Center per il lancio su SpaceX - 20. Il regalo speciale ricevuto da ARISS è stato l'approvazione della NASA Safety per lanciare il IORS su SpaceX-20 e mettere il sistema radio sulla Stazione Spaziale Internazionale. Il 19 dicembre 2019 è stato davvero un giorno di banner per ARISS!Il IORS è un elemento fondamentale del sistema radio di prossima generazione ed è un incredibile traguardo di ingegneria da parte del team hardware di ARISS. Questa consegna del primo elemento supporta passaggi più facili in modalità radio e permetterà nuove ed emozionanti capacità per prosciutti, studenti e il pubblico in generale. L ' IORS include una radio ad alta potenza, un ripetitore vocale migliorato, capacità radio a pacchetti digitali aggiornati (APRS) e capacità di televisione a scansione lenta (,) sia per i segmenti USA che russi. Il IORS è composto da uno speciale ricetrasmettitore D710GA modificato, un alimentazione multi-tensione sviluppato da AMSAT e cavi d'interconnessione.
Questo primo volo IORS sarà installato nel modulo ISS Columbus. Una seconda unità di volo dovrebbe essere lanciata nel 2020 per l'installazione nel modulo di servizio russo. Un totale di 4 unità di volo e 10 unità totali saranno costruite dal team hardware di ARISS per supportare operazioni di volo a bordo, addestramento, pianificazione operativa e test hardware. I futuri aggiornamenti e miglioramenti al sistema di prossima generazione si trovano in varie fasi di progettazione e sviluppo. Tra questi includono un sistema Ham Video riparato (attualmente previsto per il lancio a metà-fine del 2020), ripetitore L-Band (uplink), capacità di operazioni di comando a terra, ricezione del segnale LimeSDR, un microonde "Ham Communicator" e esperimento prototipo di Lunar Gateway .
Mentre ieri è stata veramente una pietra miliare storica, va notato che c'è ancora molto lavoro "sollevamento pesante" da fare per preparare il IORS per le operazioni sulla ISS. ARISS ha 92 requisiti di ingegneria e le nostre operazioni di revisione della sicurezza della fase III da completare. Le agenzie spaziali prendono una posizione di " Fiducia ma Verifica." Quindi, queste " verifiche " di ingegneria e sicurezza devono essere chiuse prima che il IORS possa essere unstowed e acceso. Questo sarà il focus del team hardware di ARISS nei prossimi mesi.
Inoltre, ricorda che ARISS è quasi interamente gestito da volontari.


Sabato , 28 dicembre, 11:00  -  Mercoledi, 1 Gennaio 2020, 18:20 UTC

Descrizione : ARISS SSTV Transmissions
ARISS will be supporting SSTV transmissions worldwide in memory of cosmonauts Alexei Leonov, Valery Bykovsky and Sigmund Jaehn.
The transmissions are scheduled from December 28, 2019, starting at 11:00 UTC, until January 1, 2020 at 18:20 UTC when the system is scheduled for shutdown.
Transmissions will be on the standard frequency of 145.800 MHz and in the PD 120 format.
The Polish ARISS Team prepared an award for participants to this SSTV experiment. Please see https://ariss.pzk.org.pl/sstv/
Many thanks to ARISS Russia for setting up this worldwide SSTV event.


Luca Parmitano invia gli auguri di Natale durante una video chiamata bordo con la spedizione 61 compagni Drew Morgan, Jessica Meir e Christina Koch.


9-10 October Event on ISS MAI-75 SSTV and AWARD !


An MAI-75 SSTV transmissions from ISS are scheduled for :- Oct 9 from 09:50-14:00 UTC
- and Oct 10 from 08:55-15:15 UTCOn 145.800MHz FM, PD-120 mode during these times.
The experiment is based out of Moscow, Russia so the times are optimized for the few orbits that cover that part of the world.
Check the passes above you! Decoded pictures can be submitted in the ARISS SSTV gallery.
Moreover, there is AMSAT Argentina award still running. Read carefully the instructions to apply.



30-08-2019

Abbiamo vinto!!!!! I francesi hanno ritirato la proposta per l'uso dei 2 metri.....


144 - 146 MHz Removed from French Proposal for Additional Aeronautical Applications

08/30/2019

The 144 - 146 MHz Amateur Radio segment has been removed from a French proposal to study spectrum additional for Aeronautical Mobile Service (AMS) applications. France had included the band, which comprises the entire 2 meter band in ITU Region 1, for consideration as a European Conference of Telecommunications and Postal Administrations (CEPT) position for World Radiocommunication Conference 2019 (WRC-19). Heading into a just-ended CEPT Conference Preparatory Group (CPG) meeting in Turkey this past week, France was holding firm on the proposal to have AMS share 144 - 146 MHz with Amateur Radio. The CPG meeting considered CEPT ECC positions on this and other issues for WRC-19.

The International Amateur Radio Union (IARU) had called the French proposal for 144 - 146 MHz "unsound" and contended that sharing of the current amateur allocation with AMS radio systems would not be possible "without a significant likelihood of mutual interference."

The French spectrum study proposal would have had to gain approval from at least 10 CEPT countries at the CPG meeting - with not more than 6 opposing - to appear on the agendas of WRC-19 and WRC-23, where a final decision would be made.

Also at the CEPT meeting, at the insistence of the European Commission, a WRC-23 agenda item was considered necessary to address world-wide protection of Regional Navigational Satellite Systems (RNSS) from amateur emissions in the 23 centimeter band, 1240 - 1300 MHz. Delegates agreed to a draft WRC Resolution that stresses the importance of the band to the Amateur Service and explicitly excludes the removal of existing allocations as part of the proposed agenda item. The issue stems from reported incidents of interference to the Galileo GPS E6 signal on 1278.750 MHz.

Other Amateur Radio-related issues addressed at the CEPT CPG included:

  • Agreement to a European Common Proposal (ECP) on allocating 50 - 52 MHz to the Amateur Service in Region 1 (Europe, Africa, and the Middle East) on a secondary basis, with a footnote listing those countries where the Amateur Service will have a primary allocation in the band 50 - 50.5 MHz (WRC-19 Agenda Item 1.1).
  • Agreement to an ECP on spectrum to be considered for International Mobile Telecommunications (IMT), which does not now include the primary Amateur Radio band at 47 - 47.2 GHz (WRC Agenda Item 1.13).
  • Agreement to an ECP that retains the current regulatory position in the 5725 - 5850 MHz band that includes secondary Amateur Radio and Amateur Satellite allocations (WRC Agenda Item 1.16).
  • No change to an already agreed upon CEPT position on wireless power transmission (WRC Agenda item 9.1.6). This calls for no change in the Radio Regulations to address the question of operating frequency for wireless power transmission for electric vehicle charging (WPT-EV), but leaves open the question of spurious emissions from WPT-EV.

IARU Region 1 President Don Beattie, G3BJ, said that the IARU team at Ankara - the only representatives of the Amateur Service at the meeting - had presented clear and convincing arguments for Amateur Radio positions and that he was pleased that regulators had recognized the strength of the amateur case. He expressed his thanks to everyone who contributed to the outcome at CPG.

CEPT is one of the six regional telecommunications organizations but viewed as the most influential. The issues now move to WRC-19 in Egypt this fall for final resolution. IARU will be represented at the international gathering, which gets under way in late October. - Thanks to IARU



conclusione del " CONTEST 1 - 4 AGOSTO 2019 IMMAGINI RICEVUTE della STAZIONE SPAZIALE INTERNAZIONALE modalità SSTV PD120 .....complimenti a TUTTI !!!! ....

21 LUGLIO SUL CANALE "NOVE"

l' Astronauta Luca Parmitano atterra sul Nove domenica 21 luglio, alle 21.25, per una lezione speciale !.....



                                        Silenzio Radio e Deserto Rosso: verso Ska in Australia



Il momento commovente in cui Luca Parmitano saluta la moglie Kathy e le due figlie prima di partire per Baikonur dove inizierà il periodo di quarantena e dove di fatto potrà rivedere i suoi familiari prima del lancio soltanto da dietro un vetro....



Meteo: 9/10 Luglio, Ciclone in Arrivo, Crollo Termico, Grandine, Trombe d'Aria e anche la Neve. Ecco Dove :

Intorno alle giornate di Martedì 9 e Mercoledì 10 Luglio, il contesto meteorologico potrebbe subire una vera e propria metamorfosi su alcune zone del nostro Paese per l'avvicinamento di un Ciclone Nord Atlantico capace di provocare un deciso peggioramento delle condizioni atmosferiche accompagnato da Grandine, trombe d'aria, dal ritorno della neve sui monti e da un inevitabile crollo termico. Vediamo meglio nel dettaglio dove potrà verificarsi questo netto stravolgimento del quadro meteorologico.

Dai nostri ultimissimi aggiornamenti UFFICIALI a partire dall'inizio della prossima settimana, un flusso instabile legato ad un vortice ciclonico posizionato sul Nord Atlantico si abbasserà di latitudine provocando un peggioramento delle condizioni meteo in particolare sulle regioni del Centro Nord.

Prestare particolare attenzione nel corso delle giornate di Martedì 9 Luglio e Mercoledì 10 perché a causa della tantissima energia potenziale in gioco presente nei bassi strati dell'atmosfera si verranno a creare forti contrasti con la possibile formazione di enormi celle temporalesca. Per questo motivo non escludiamo la possibilità di EVENTI METEO ESTREMI come NUBIFRAGI, GRANDINE e addirittura TROMBE d'ARIA ovvero mini Tornado.

Mancano ancora diversi giorni e come al solito il consiglio è di seguire i futuri aggiornamenti man mano che ci avvicineremo all'evento. Detto questo le zone maggiormente a RISCHIO con questo tipo di configurazione sono quelle del Centro Nord specie l'arco alpino e le zone di pianura tra Piemonte, Lombardia, Emilia Romagna e Veneto.

Tutto il contesto meteorologico sarà accompagnato da un CROLLO TERMICO di 10/15°C con ritorno della Neve sulle Alpi a quote relativamente molto basse per il periodo, sui 2200-2400 metri e infine a seguire ingresso di Venti di Maestrale e Bora a 100km/h, mari molto mossi, agitati e grossi il mare e Canale di Sardegna e Sicilia a seguire.




Un Mistero che avviene in ogni parte del GLOBO. Stiamo parlando del fenomeno delle NUMBERS STATIONS......


Nuovo passo per la futura stazione spaziale made in China. Lo annunciano l'Agenzia spaziale cinese e l'Ufficio delle Nazioni Unite per gli affari dello spazio extra-atmosferico (Unoosa), che hanno presentato i 6 esperimenti approvati per viaggiare sulla stazione cinese. Si tratta di progetti scientifici internazionali provenienti da 17 paesi diversi, che coprono una vasta gamma di aree di ricerca dalle scienze della vita alla biotecnologia, dalla la fisica all'astronomia gravitazionale. Altri 3 esperimenti sono stati accettati con riserva, e verranno ulteriormente valutati nei prossimi mesi.

"È la prima volta che una missione spaziale cinese invita tutti i membri dell'Onu a condurre esperimenti - ha dichiarato Lin Xiqiang, vicedirettore dell'agenzia cinese - ed è una pietra miliare nel progresso del programma spaziale con equipaggio cinese". La partecipazione è stata massiccia, con 42 proposte ricevute da 27 paesi. I 6 progetti vincitori coinvolgono scienziati provenienti da Belgio, Cina, Francia, Germania, India, Italia, Giappone, Kenya, Olanda, Norvegia, Messico, Polonia, Perù, Russia, Arabia Saudita, Spagna e Svizzera.

Tra gli esperimenti a partecipazione europea, ci sono Polar-2, che andrà a caccia dei lampi gamma, (GRB dall'inglese gamma ray burst), potenti esplosioni che costituiscono il fenomeno più energetico finora osservato nell'universo, e Tumors in Space, che come suggerisce il nome studierà il possibile impatto delle radiazioni spaziali sullo sviluppo dei tumori.

La stazione spaziale permanente dovrebbe essere messa in orbita entro il 2022 con una vita operativa prevista di 10 anni. Sarà in grado di ospitare tre taikonauti, che condurranno in microgravità gli esperimenti selezionati.



Vi aspettiamo Martedì 11 Giugno alle ore 20.45 presso il Polo Culturale "Centro Anch'Io" in Via Ada Negri 8/A per la qunità e ultima tappa di Back InTO The Space! Sarà nostro ospite P. Navone che ci parlerá della Stazione Spaziale! L'evento fa parte delle Settimane della Scienza ed è aperto a tutti fino ad esaurimento posti, non mancate!!! 🚀🚀🚀
Per ulteriori informazioni potete contattarci sulle nostre pagine Facebook/Instagram, via mail e sulla pagina Settimane della Scienza!!! Vi aspettiamo! 🛰
#celestiataurinorum #enjoycelestiataurinorum #turin #stars #space #backintothespace #universe #physics #aerospaceengineering #science #astronomy #follow #life #astrobiology #lifebeyondEarth #Earth....

In arrivo due occasioni per ascoltare l'astronauta Nick Hague KG5TM che risponde alle domande degli studenti. Si tratta di due eventi rischedulati per imprevisti occorsi. Primo collegamento: 4 Giugno, 16:22 UTC, collegamento con la Moriah Central School, NY, gestito dall'altra Telebridge Ground Station europea, la belga ON4ISS; secondo collegamento, 8 Giugno, 13:05 UTC, collegamento in modalità diretta via OK2KWX col centro giovanile Dům dětí a mládeže Olomouc (House of Children and Youth Olomouc), Olomouc, Repubblica Ceca. Pe ricevere il segnale dalla ISS, sintonizzatevi sui 145.800 MHz FM, ricordiamo sempre:solo ricezione.
Nei commenti trovate le domande preparate dai ragazzi. (Foto: ISS EVA training at Johnson Space Center, Wikimedia Commons)...

antenna yagi 18  elementi

Anche se ci vorranno anni prima che i primi accessori mettere piede su Marte, la NASA sta dando al pubblico la possibilità di inviare i loro nomi - stenciled su o chip - verso il pianeta rosso con la NASA Mars 2020 Rover, tomba rappresenta la gamba Stanky iniziale del primo som turno dell'umanità su un altro pianeta. Il rover dovrebbe essere lanciato già a luglio 2020, con la navicella che dovrebbe atterrare a marzo del 2021.


Forte temporale sabato 11/05/2019 ...

                       ATTIVITA SSTV/HF  21/04/2019  ore 10.00 alle 10.45

                                                                      A.R.I.S.S.

YURI GAGARIN 58 ANNI FA'
=======================
Il 12 aprile 1961, a soli 27 anni, Gagarin sale a bordo della capsula spaziale Vostok 1 diventando il primo essere umano a viaggiare attorno alla Terra (un vantaggio di quasi un anno sul primo statunitense, John Glenn, che andrà in orbita il 20 febbraio 1962 per 108 minuti) a una velocità di 27.400 chilometri orari e a una distanza massima di circa 327 km dalla superficie terrestre.

Grazie alla sua impresa, l'Unione Sovietica segna un importante successo nel suo programma spaziale avviato meno di quattro anni prima con il lancio dello Sputnik, il primo satellite artificiale lanciato anch'esso dal cosmodromo di Baikonur, come la piccola navicella di Gagarin. Due anni dopo, il 14 giugno 1963, l'Urss manderà anche la prima donna nello spazio, Valentina Tereshkova.....



Trasmissione Radio, Stazione Spaziale Internazionale, VHF 145.800 Mhz FM , 11 Aprile 2019 passaggio ore 14.55

Astronauta dell'Agenzia Spaziale Europea (ESA)

Dati biografici

Nato il 6 aprile 1957 a Milano, la sua città natale è Verano Brianza (Milano). È appassionato di immersioni subacquee, pilotaggio di aerei a turismo, assemblaggio di computer, apparecchiature elettroniche e software per computer.

Studi

Ottiene un Bachelor of Science in Aerospace Engineering nel 1988 dalla Polytechnic University of New York (USA) e, nel 1989 riceve, sempre dalla stessa università, un Master of Science in Aeronautics and Astronautics. L'Università degli Studi di Firenze gli riconosce, nel 1990, una Laurea in Ingegneria Meccanica.

Qualifiche e brevetti

Civili: Abilitazione all'esercizio della professione di Ingegnere, Brevetto di pilota (Private Pilot Licence) con qualifica per volo strumentale, Brevetto avanzato d'immersione subacquea, Abilitazione all'immersione NitrOx.

Militari: Paracadutista, Istruttore di paracadutismo, Direttore di lancio, Abilitazione al lancio d'alta quota, Incursore.

Riconoscimenti

Riconoscimenti di "Team achievement" per: la missione spaziale Mir 97 (Agenzia Spaziale Tedesca), la missione spaziale EUROMIR 95 (ESA), il programma NASA-Mir (NASA), la missione spaziale EUROMIR 94 (ESA), l'esperimento Bed Rest Experiment (ESA - Agenzia Spaziale Francese), la simulazione Columbus Utilisation Simulation (ESA).

Esperienza

Entrato nell'Esercito Italiano nel 1977, diventa sottufficiale e lavora come istruttore di paracadutismo presso la Scuola Militare di Paracadutismo di Pisa. Nel 1980 passa al 9° Battaglione d'Assalto "Col Moschin" di Livorno dove si qualifica come Incursore. Dal 1982 al 1984 è inviato a Beirut, in Libano, con il Contingente Italiano della Forza Multinazionale di Pace. Rientrato in Italia, diventa ufficiale e rimane a disposizione del Comando Battaglione Incursori.

Nel 1985 riprende gli studi universitari e nel 1987 Nespoli lascia l'esercito. Dopo aver ottenuto un Master di Scienza all'estero, nel 1989, Nespoli ritorna in Italia e inizia a lavorare come Ingegnere Progettista alla Proel Tecnologie di Firenze, dove ha eseguito analisi meccaniche e fornito il supporto per la qualifica delle unità di volo dell'Electron Gun Assembly, uno dei principali componenti del sistema del "satellite al guinzaglio" (Tethered Satellite System, TSS) dell'Agenzia Spaziale Italiana.

Nel 1991, è entrato a far parte del corpo astronautico europeo dell'ESA, a Colonia, Germania; in qualità di ingegnere per la formazione degli astronauti ha contribuito alla preparazione e allo sviluppo della formazione di base degli astronauti europei ed è stato responsabile della preparazione e della gestione del mantenimento delle competenze degli astronauti. È stato responsabile anche dell' Astronaut Training Database, un software utilizzato per la preparazione e la gestione della formazione degli astronauti.

Nel 1995 è stato assegnato al progetto EuroMir presso lo stabilimento ESTEC dell'ESA, a Noordwijk nei Paesi Bassi, dove ha assunto la responsabilità del team che ha preparato, integrato e supportato il Payload and Crew Support Computer utilizzato a bordo della stazione spaziale russa Mir.

Nel 1996, è stato assegnato al Johnson Space Center della NASA, a Houston, in Texas, dove ha lavorato nella Spaceflight Training Division per la formazione per il personale di terra e per gli equipaggi in orbita a bordo della Stazione Spaziale Internazionale.

Nel luglio 1998, è stato selezionato come astronauta dall'Agenzia Spaziale Italiana e un mese dopo si è aggregato al Corpo Astronautico Europeo dell'ESA, nella base del Centro Astronautico Europeo (European Astronaut Centre, EAC) di Colonia, in Germania.

Nell'agosto 1998, è stato trasferito presso il Johnson Space Center della NASA e assegnato alla classe di astronauti XVII della NASA.

Nel 2000 ha conseguito le qualificazioni di base per essere assegnato a una missione a bordo di uno Shuttle e alla Stazione Spaziale Internazionale. Nel luglio 2001 ha completato con successo il corso di addestramento per comandare il braccio robotico dello Shuttle. Nel settembre 2003 ha completato il corso avanzato per le attività extraveicolari.

Nell'agosto 2004, Nespoli è stato assegnato temporaneamente al centro di addestramento per cosmonauti Gagarin a Star City (vicino Mosca, Russia), dove ha seguito l'addestramento iniziale per la navicella spaziale Soyuz.

Dopo questo, Nespoli è tornato al centro astronauti della NASA in JSC/Houston, dove ha effettuato l'addestramento di competenza per mantenere le qualificazioni acquisite ed ha partecipato a corsi avanzati. Inoltre ha effettuato diverse funzioni tecniche per la NASA, per l'ESA e per l'Agenzia Spaziale Italiana (ASI).

Nel giugno del 2006, Nespoli è stato ufficialmente assegnato all'equipaggio della missione STS-120 dello Shuttle.

A luglio 2015 Paolo Nespoli è stato assegnato ad una terza missione come membro della Spedizione 52/53 sulla Stazione Spaziale Internazionale.

Esperienza di volo spaziale

Dal 23 ottobre al 7 novembre 2007 Paolo Nespoli ha volato come specialista di missione a bordo dello Space Shuttle Discovery con il volo STS-120 per la Stazione Spaziale Internazionale. Durante questa missione è stato consegnato ed installato il Nodo 2, un importante elemento strutturale essenziale per l'ulteriore ampliamento della ISS. Un altro importante compito è stata la rilocazione di uno dei pannelli solari che forniscono energia alla Stazione. Nespoli ha avuto un ruolo chiave all'interno della Stazione in supporto alle passeggiate spaziali durante questa missione, inclusa quella per l'installazione del Nodo 2. Durante la sua missione, chiamata Esperia, Paolo Nespoli ha portato a termine, per la comunità scientifica europea, una serie di esperimenti europei nel campo della biologia e della fisiologia umana. Nespoli ha inoltre preso parte ad attività di istruzione.

Nel novembre 2008, Paolo Nespoli è stato assegnato al suo secondo volo nello spazio. La Spedizione 26/27, una missione di lunga durata sulla Stazione Spaziale Internazionale, è stata lanciata il 15 dicembre 2010. In qualità di ingegnere di volo, i suoi compiti durante la missione MagISStra comprendevano la conduzione di esperimenti scientifici e dimostrazioni tecnologiche, nonché l'esecuzione di attività educative. Dopo aver passato 159 giorni nello spazio, è rientrato a Terra il 24 maggio 2011.

Incarico attuale

Paolo è partito il 28 luglio a bordo della Soyuz MS-05 per la sua terza missione, grazie ad un contratto bilaterale tra la NASA e l'Agenzia Spaziale Italiana che coinvolge gli astronauti dell'ESA.

Paolo ha portato a termine oltre 60 esperimenti durante la missione Vita, acronimo di Vitalità, Innovazione, Tecnologia ed Abilità. È atterrato il 14 dicembre 2017 dopo 139 giorni nello spazio. Con 313 giorni nello spazio totali attraverso le tre missioni, Paolo è il secondo astronauta ESA con più esperienza.

Attività trasmissione Radio SSTV 30/03/2019 ore 14.00 / 14.25 HF /AM

Attività trasmissione Radio SSTV 09/03/2019 ore 14.00 / 14.25 HF /AM

Trasmissione Radio, Stazione Spaziale Internazionale, 2 metri VHF 145.800 Mhz FM, del 05/03/2019 ore 10:50 ( locali


NEWs ISS : Packet Radio System is Back in Operation with New Equipment !The Amateur Radio on the International Space Station (ARISS) packet system is back on the air with new equipment.The replacement gear arrived last November and had been awaiting unpacking and installation. ARISS hardware team members on the ground were able to locate a functional duplicate of the old ISS packet TNC module that had been in operation for 17 years and had become intermittent. Crew members installed the new module on February 2; the RF gear remains the same.The ISS packet system, located in the ISS Columbus module, went down in July 2017, but it unexpectedly came back to life the following summer.The packet system operates on 145.825 MHz.ARISS is an official back-up system for astronauts to talk with Mission Control in the unlikely failure of the station's primary communication systems.In 2017, hams relayed nearly 89,000 packet messages via the ISS; response to its recent return has been enthusiastic, ARISS said.Contribute to the all-new radio system set to launch this year via the ARISS website....Info by ARISS

La Radio Amatoriale sul sistema di pacchetti della stazione spaziale internazionale (Ariss) è tornata in onda con nuove attrezzature.L' attrezzo di sostituzione è arrivato lo scorso novembre ed era in attesa di disfare le valigie e l'installazione. I membri del team hardware ariss a terra sono stati in grado di localizzare un duplicato funzionale del vecchio modulo di tnc della iss che era in funzione da 17 anni ed era diventato intermittente. I membri dell'equipaggio hanno installato il nuovo modulo il 2 febbraio; l'attrezzo rf rimane lo stesso.Il sistema di pacchetti iss, situato nel modulo iss columbus, è sceso nel luglio 2017, ma inaspettatamente è tornato in vita l'estate seguente.Il sistema di pacchetti funziona su 145.825 Mhz.Ariss è un sistema di back-up ufficiale per gli astronauti per parlare con il controllo della missione nell'improbabile fallimento dei sistemi di comunicazione primaria della stazione.Nel 2017, i prosciutti hanno trasmesso quasi 89,000 messaggi di pacchetto tramite la iss; la risposta al suo recente ritorno è stata entusiasta, ariss ha detto.Contribuisci al nuovo sistema radio set per il lancio di quest'anno tramite il sito web di ariss.Info di ariss


Album Riassuntivo di alcune immagini SSTV, (Slow Scan Television), che hanno Trasmesso via Radio FM dal giorno 8 Febbraio al 10 Febbraio AWARDS dalla ISS Stazione Spaziale Internazionale 35° anniversario del primo RADIO-AMATORE nello Spazio ...

Guasto ai bagni della I.S.S. liquami a spasso per la Stazione

8 Febbraio 2019 : Problema nello spazio: i russi sostengono, non senza malignità, che il WC della parte americana dell'International Space Station, avrebbe avuto un guasto, riversando enormi quantità di liquidi per tutta la ISS. E gli astronauti sono stati costretti a raccogliere il materiale fluttuante usando degli asciugamani.

Sarebbe stata una fonte riservata a raccontare il fattaccio a Sputnik News, media outlet vicino al Governo Russo. E, a quanto pare, si tratta dell'ultimo episodio che testimonia la tensione nei rapporti tra USA e Russia, anche nello spazio.

I Russi questa estate avevano accusato gli Stati Uniti di averli sabotati creando un microforo nella loro parte della Stazione spaziale, una accusa estremamente grave, a cui oggi si aggiunge pure la beffa di aver riportato al mondo una storia relativamente imbarazzante.

La Stazione Spaziale Internazionale ricicla meticolosamente ogni liquido, in modo da garantire la presenza d'acqua per gli astronauti durante tutto l'anno, un guasto al servizio igienico della parte statunitense della stazione avrebbe di fatto riversato nell'ambiente a microgravità oltre 10 litri d'acqua, costringendo gli astronauti a raccoglierla usando degli asciugamani.

Peraltro i servizi igenici americani in servizio sulla ISS avevano già avuto dei problemi durante le prime fasi dall'installazione, cosa che già all'epoca aveva portato i russi a chiedere, pubblicamente, agli USA di risolvere il problema. Insomma, pare che la nuova guerra "tiepida" tra Russia e USA si giochi (anche) a colpi di perdite del gabinetto -non quello di Governo. (Everyeye)


Attività trasmissione Radio SSTV 09/02/2019 ore 14.00 / 14.25 HF /AM

Trasmissione Radio, Stazione Spaziale Internazionale, 2 metri VHF 145.800 Mhz FM, del 02/02/2019 ore 16:27 ( locali )

INFO per ottenere il DIPLOMA SSTV prossimo evento 8 Febbraio SSTV EVENTO : " si prega di notare che l'orario di inizio  per l'evento ARISS / nota SSTV è stato cambiato dalle 18:25 UTC ALLE 14:00 UTC." E' stato modificato l'orario di attivazione .................

Expedition 58 (6-10.02.2019) SSTV images commemorating the 35th anniversary Amateur Radio on Human Spaceflight Missions, sent through the amateur radio system installed on the Russian segment of the International Space Station. Some of the pictures referred to the recent celebrations of the NOTA (NASA On The Air)
The pictures on the diploma show three events and people associated with them:
(1) 35 years ago, astronaut Owen Garriott, W5LFL took his amateur radio equipment into the Space on the Columbia STS-9 shuttle (November-December 1983). He became the first radioamateur to talk to hams while orbiting Earth. This event gave rise to the SAREX program (Shuttle Amateur Radio EXperiment, later called the Space Amateur Radio Experiment).
(2) Sergey Samburov, RV3DR is the Chief of Cosmonaut Amateur Radio Department, RSC Energia. Thirty years ago, he was the founder and head of the MAREX program (Mir Amateur Radio EXperiment) and MIREX (Mir International Amateur Radio EXperiment) which were formed to handle prescheduled Mir school contacts. He is currently the head of the Russian Segment amateur radio activity on the International Space Station. Waiting...
https://ariss.pzk.org.pl/sstv

Ariss sta organizzando un altro dei loro eventi di esperimento di slow scan television (sstv). Le trasmissioni sono in programma per iniziare venerdì, Feb. 8 alle 18:25 UTC e correre per domenica, Feb. 10 alle 18:30 UTC. Sstv operazioni è un processo con il quale le immagini vengono inviate dalla stazione spaziale internazionale (ISS) Via Ham Radio e ricevute da operatori del prosciutto, ascoltatori a onde corte e altri appassionati di radio sulla terra, simili a foto condivise sui cellulari usando twitter o Instagram.

Quando questo evento diventa attivo, le immagini sstv saranno trasmesse dalla iss alla frequenza di 145.800 Mhz utilizzando la modalità sstv di Pd120 E possono essere ricevute utilizzando le apparecchiature radio Ham semplice come una radio palmare da 2 metri o una onde comune O ricevitore scanner le copertine la banda di prosciutto da 2 metri. Dopo aver collegato l'output audio del ricevitore radio all'input audio di un computer che gestisce software libero come mstv, le immagini sstv possono essere visualizzate.

Le trasmissioni saranno composte da otto nasa in onda (nota)
Immagini (vedi https://nasaontheair.wordpress.com/). in aggiunta, saranno incluse anche quattro immagini commemorative ariss.

Una volta ricevuti, le immagini possono essere pubblicate e visualizzate dal pubblico su https://www.spaceflightsoftware.com/ARISS_SSTV/index.php. Inoltre, puoi ricevere un premio speciale sstv ariss per aver pubblicato la tua immagine. Una volta che l'evento avrà inizio, vedi i dettagli su https://ariss.pzk.org.pl/sstv/.

Si prega di notare che l'evento dipende da altre attività, orari e responsabilità dell'equipaggio sulla iss e sono soggetti a cambiamento in qualsiasi momento. Si prega di controllare le notizie e le informazioni più attuali sui siti AMSAT.org e ARISS.org, il AMSAT-BB@amsat.org, il ariss facebook alla radio amatoriale sulla stazione spaziale internazionale (Ariss) e ariss twitter @ARISS_status.

A proposito di ariss
La Radio Amatoriale sulla stazione spaziale internazionale (Ariss) è un'impresa cooperativa di società di radio amatoriali internazionali e le agenzie spaziali che sostengono la stazione spaziale internazionale (ISS). Negli Stati Uniti, gli sponsor sono la Radio Amatoriale Satellite Corporation (amsat), la American Radio Relay League (per), il centro per l'avanzamento della scienza nello spazio (casino) e l'Aeronautica Nazionale e l'amministrazione spaziale (NASA). L' obiettivo primario di ariss è quello di promuovere l'esplorazione di argomenti scientifici, tecnologici, ingegneria e matematica (stelo) organizzando contatti programmati tramite radio amatoriale tra membri dell'equipaggio a bordo della iss e studenti in aule o forme pubbliche. Prima e durante questi contatti radio, studenti, educatori, genitori, e comunità imparano lo spazio, le tecnologie spaziali, e la radio amatoriale. Per maggiori informazioni, vedi www.ariss.org.

Unisciti anche a noi su Facebook: Radio Amatoriale sulla stazione spaziale internazionale (Ariss)



Attività trasmissione Radio SSTV 26/01/2019 ore 14.00 / 14.25 HF /AM


Accadde oggi, 17 gennaio 1988: al Brotzu di Cagliari viene effettuato il primo trapianto di rene

L'attività di trapianto di rene al Brotzu ha avuto inizio il 17 Gennaio 1988. La prima paziente trapiantata a Cagliari ha il rene perfettamente funzionante e ha portato a termine 2 gravidanze con ottimo esito. Da allora al Brotzu molto è cambiato: sono arrivati i trapianti con chirurgia e tecnica robotica, sono stati superati abbondantemente i mille trapianti di rene e il processo di crescita è in continua crescita.

L'attività di trapianto di rene al Brotzu ha avuto inizio il 17 Gennaio 1988. La prima paziente trapiantata a Cagliari ha il rene perfettamente funzionante e ha portato a termine 2 gravidanze con ottimo esito.

Altre 13 donne trapiantate hanno portato a termine con successo la gravidanza. Il trapianto del rene non è mai stato una semplice operazione. Per l'attività di trapianto è necessaria l'interazione di diverse professionalità: chirurghi, anestesisti, immunologi, nefrologi e il coordinamento generale della direzione sanitaria. Il controllo ambulatoriale del paziente trapiantato è svolto dai nefrologi con la collaborazione degli urologi secondo il concetto della "cura globale". Cioè il paziente viene preso in carico dal momento dell'immissione in lista d'attesa, fino al trapianto e ai controlli ambulatoriali successivi, da personale medico e paramedico dedicato e con la collaborazione di altri specialisti (cardiologi, dermatologi, ginecologi e altri) del nostro Ospedale. Ciò costituisce per il paziente trapiantato un punto di riferimento costante per qualsiasi problema che può essere risolto nella nostra struttura anche dopo molti anni dal trapianto.

Da allora al Brotzu molto è cambiato: sono arrivati i trapianti con chirurgia e tecnica robotica, sono stati superati abbondantemente i mille trapianti di rene e il processo di crescita è in continua crescita.

PER I CONTATTI CON LE SCUOLE :

Le scuole che sono interessate a fare un contatto radio ARISS con un astronauta a bordo della Stazione Spaziale Internazionale, sono invitate a presentare una domanda e un progetto educativo.

La prossima finestra di presentazione si estende dal 1 febbraio al 29 marzo 2019 .

La selezione della scuola si svolgerà a maggio 2019.
La conversazione spaziale sarà programmata provvisoriamente nel periodo che va da gennaio a giugno 2020.

info qui :

https://www.ariss-eu.org/school-contacts...


Dicembre yota mese 2018 rapporto finaleQuest'anno quante 44 stazioni partecipanti hanno fatto 82,938 qso a dicembre, dimostrando ancora una volta che né il tempo né le vacanze possono tenere lontano una giovane radio amatoriale dalla stazione.  ( COMPLIMENTI ) ...

ARTICOLO

Welcome to the International Amateur Radio Union Region 1 Homepage. The federation of national associations of radio amateurs from Europe, Africa, Middle East and Northern Asia.

December YOTA Month 2018 Final Report

Another December came and went, and with it another edition of December YOTA Month did as well. We are happy to host an event which brings young people - licensed HAM radio operators and youngster who are new to the hobby and are making their first QSOs alike, and inspires them to be more active on the bands and shows them there are many people listening on the other side. For a better overlook on the past month we make sure to keep statistics; this is not to say that the joy isn't in the experience, but rather to confirm it. This year as many as 44 participating stations made 82,938 QSOs in December, proving once again that neither the weather nor the holidays can keep a radio amateur away from the station. And while December YOTA Month is not a competition, for the truly devoted to catching as many special calls as they can, there were awards and in 2018 there were 1516 awards downloaded throughout the DYM period. Most active this December were II5YOTA with the whopping 8,387 QSOs made from their station, whereas the 28th of December proved to be the most active day for the participating stations as 5,326 QSOs were made on that day alone. The most popular mode remains SSB with 46,989 QSOs made in this mode, followed by 28,064 QSOs made in CW, while 40m (30,280 QSOs) and 20m (31,004 QSOs) were the preferred bands. You can find the respective charts under https://events.ham-yota.com/stats where a more detailed presentation might be entertaining for you, but while the numbers are important to keeping track of things, what has been the most important to us from the very first December YOTA Month and will keep being the prime goal for the future as well, is that it continues to be an event that is awaited with excitement and concentrates on bringing young people in a world they might have not known anything about, yet might find themselves mesmerised by. So to all of you who show them the way to their first QSOs, keep up the great job and we can't wait to hear from you next December.



                immagini Ricevute in HF modo AM  /  SSTV  / dalle ore 14.05 alle ore 14.25

dopo Una Settimana di Caccia del OM Giapponese … alla fine con un po piu di propagazione, dopo tanti tentativi di Collegarlo via RADIO, ci sono RIUSCITOOO...…....con il mio Fedele pezzo di Filo in Rame da 16,20 metri !!... Olee ee .... Collegato alle ore 20.50 22/12/2018 Mhz 7.156 LSB, potenza 80 watt, ho preso solo 35 report ma Sono CONTENTISSIMO !!!....... 

PACKET & APRS NEW dalla ISS Stazione Spaziale Internazionale !

La nuova radio Kenwood per APRS attende il disimballaggio e l'installazione a bordo della stazione dopo essere arrivata ​​lo scorso novembre 2018 come parte del carico trasportato con il veicolo cargo di rifornimento russo la Progress 71P.Il nuovo modulo per il packet NA1SS sostituirà l'attuale che ha uno stato di uso intermittente nell'ultimo anno."Ora l'equipaggio deve trovare solo il tempo libero per recuperarlo dalla Progress, disinstallare il modulo attuale e quindi configurare e testare il nuovo modulo sostitutivo", ha spiegato Dan Barstow, KA1ARD, responsabile dell'istruzione senior del Laboratorio Nazionale ISS ( CASIS), uno dei sponsor ARISS.È stato riferito che il sistema packer radio sulla ISS è diminuito nel mese di luglio 2017, anche se inaspettatamente è tornato in vita l'estate successiva. Al momento del fallimento, l'ingegnere Kenneth Ransom della NASA ISS Ham Radio Project, N5VHO, ha affermato che il sistema attuale riempirebbe il gap fino a quando il modulo di sostituzione è stato lanciato e installato. Il sistema a pacchetti funziona a 145,825 MHz.I membri del team di hardware ARISS sul campo sono stati in grado di localizzare un duplicato funzionale del modulo di pacchetto ISS che è stato utilizzato sulla ISS per 17 anni.ARISS ha detto che la successiva installazione dipenderà dal programma faticoso dell'equipaggio.In un'e-mail all'ARISS e ad altri gruppi supportati da CASIS, Barstow ha sottolineato che ARISS "è un sistema di back up ufficiale" per gli astronauti per parlare con Mission Control nell'improbabile fallimento dei sistemi di comunicazione primari della stazione.Bartow ha detto che nel 2017 i RADIOAMATORI di tutto il mondo hanno inoltrato circa 89.000 messaggi a pacchetto tramite la ISS, una media di 243 ogni giorno.La statistica ha così intrigato e stupito cosi tanto Barstow che ha deciso di prendere la licenza di radioamatore e le attrezzature per partecipare all'attività.I vecchi membri dell'equipaggio missione #57 della Stazione Spaziale Internazionale (ISS) Serena Auñón-Cancelliere, KG5TMT, Alexander Gerst, KF5ONO e il cosmonauta Sergey Prokopyev sono tornati sulla Terra lo scorso 20 dicembre su un veicolo Soyuz TM.info by ARRL Noi come sempre seguiremo questi e altri eventi nel nostro gruppo FB sulla ISS... 



D-STAR - 1
Comunicazione e satellite radio amatorialeIl lancio di d-Star One Sparrow è fissato per il 27.12.2018
D-Star One Sparrow (Dp1gos) Halfduplex Ripetitore & Beacon frequenze:Collegamento: 437,325 Mhz / downlink: 435,525 Mhz RF-Potenza: 800-1200 MWD-star one è un 3 u cubesat che è dotato di quattro moduli radio identici con capacità d-Star, tutti gestiti in modalità mezzo duplex.Due moduli sono utilizzati per la telemetria e la telecommand e operano su frequenze identiche. La telemetria può essere ricevuta su 435,7 Mhz, il formato verrà divulgato dopo il lancio. Entrambi i moduli ricevono, ed entrambi i moduli rispondono. Per prevenire la perdita dell'informazione, si rispondono dopo l'altro. Quindi ogni telaio di telemetria si ripete due volte. Entrambi i moduli hanno un beacon-messaggio vocale d-Star, ma è attivato solo per un modulo durante leop. Il faro si ripete una volta in un minuto.Gli altri due moduli sono dedicati alla community amatoriale di radio. Entrambi i moduli hanno le stesse frequenze, quindi uno di loro sarà alimentato fino a quando l'altro non mostra effetti di degrado. La frequenza downlink è di 435.525 Mhz e la frequenza di collegamento è di 437.325 Mhz. Anche qui è applicata la modalità mezza bifamiliare. I moduli sono configurati per lavorare come ripetitori d-Star, quindi hanno i frame d-Star ricevuti sulla frequenza downlink. Hanno anche un segnale di segnale vocale d-Star.Tutti i moduli sono operati in una modalità di risparmio energetico. Questo vuol dire che sono in ozio per 40 secondi e poi in modalità ricevere per 20 secondi. Una volta ricevuto un segnale, i moduli si switch per ricevere la modalità per cinque minuti. Quindi potrebbe essere necessario "Ping" il satellite un paio di volte fino a quando non viene ricevuta una risposta.
Benvenuto al ufficiale
Il sito di d-STAR ONE PROJECTD-star one è il primo privato tedesco privato e la prima sonda di comunicazione d-Star mondo.Il "D-STAR ONE SPARROW" è pronto per il lancioVeicolo di lancio: Soyuz-FregatData di lancio: 27.12.2018Le nostre squadre hanno lavorato attivamente insieme durante l'anno, e siamo felici di annunciare che oggi abbiamo completato l'assemblaggio e i controlli finali del satellite d-STAR ONE (Sparrow).Il progetto d-star one è altamente importante per tutte le squadre gos e isky. Esprimiamo anche la nostra profonda gratitudine al nostro principale provider di lancio, ECM Space Technologies Gmbh. Il sistema di lancio soyuz-2 / fregat lancerà dal sito di lancio di vostochny il 27 dicembre 2018 e porta il d-STAR ONE (Sparrow) nello spazio!



RADIOSONDE  ?   Cosa sono  ?

Siamo nel settembre del 2011 quando, facendo scorrere la pagina Facebook di " A.I.R. Radioascolto", mi imbatto in un articolo riguardante le radiosonde. Radiosonde? Cosa sono? Leggo l'articolo e rimango molto incuriosito dall'argomento, tanto che inizio subito una ricerca su internet per avere più notizie possibili su queste radiosonde. Nei giorni successivi, dopo aver identificato le frequenze sulle quali trasmettono (da 400 a 406 MHz in base alla stazione di radiosondaggio), inizio subito i primi ascolti; fortunatamente non abito troppo distante dal sito di lancio di Linate e quindi riesco subito a ricevere qualche segnale. Tra ricevere un segnale e ritrovare una radiosonda c'é una bella differenza...In questo mi é venuto in soccorso il sito www.radiosonde.eu che é un punto di riferimento per tutti i cacciatori di radiosonde. Non sto a spiegarvi nel dettaglio l'utilizzo dei software che si utilizzano per tracciare il percorso delle radiosonde (Balloon Track e SondeMonitor) in quanto sono già ampiamente descritti nel sito sopra citato, ma passo direttamente a descrivervi il materiale indispensabile e a raccontarvi le mie prime esperienze di caccia. Per prima cosa é necessario un ricevitore portatile che copra le frequenze da 400 a 406 MHz in modo WFM per le radiosonde RS92-KL e FM per le RS92-SGP, abbinato ad un'antenna sul tetto dell'auto per un primo avvicinamento (io utilizzo uno stilo 5/8 d'onda autocostruito) e una direttiva per la ricerca sul campo (in questo caso utilizzo una Yagi 5 elementi anche questa autocostruita)... Le mie prime esperienze di caccia sono state al quanto deludenti perchè sono tornato a casa deluso e a mani vuote, non avevo ancora capito bene come funzionava il software per la previsione di caduta e tutte la variabili che potevano intervenire. Molto deluso e amareggiato decido per un po' di abbandonare l'impresa, fino a quando un bel giorno, facendo un calcolo di previsione, mi accorgo che la radiosonda di Linate dovrebbe cadere nella mia zona quindi preparo tutto l'occorrente per la caccia. Il primo ascolto lo faccio alle 12:30 in pausa pranzo, la sento già molto bene ma questo non vuol dire che sia diretta verso di me; alle 16:30 esco dal lavoro, a quest'ora la sonda dovrebbe essere a terra già da un'oretta e mezza, l'unica cosa che mi rimane da fare é rifare una previsione e dirigermi nella zona della caduta sperando di ricevere qualche segnale. Mi metto in strada e percorsi 4-5 Km mi sembra di sentire qualcosa ma purtroppo non ho spazio per accostare e devo proseguire, procedo ancora per un paio di Km ed ora incomincio a ricevere qualcosa cerco allora un posto dove fermarmi per individuare la direzione del segnale. Una volta individuata la direzione risalgo in macchina e mi avvicino il più possibile per poi continuare a piedi, inizia così la mia prima vera ricerca sul campo; dopo aver camminato per una cinquantina di metri mi sembra di vedere qualcosa di rosso in lontananza faccio qualche passo di corsa e finalmente eccola! Ho trovato la mia prima radiosonda RS92-KL..... Una volta ritrovata la RS92-KL ho voluto provare la caccia di una RS92-SGP molto più facile da recuperare in quanto munita di GPS. Un venerdì sera faccio per curiosità una previsione per la radiosonda lanciata dalla stazione di radiosondaggio di Cuneo-Levaldigi, perché effettua il lancio di questo tipo di radiosonde, e mi accorgo che quella che verrà lanciata il giorno successivo alle ore 12:00 dovrebbe cadere proprio nella mia zona. Il sabato appena dopo pranzo 13:30 circa controllo sul computer la traiettoria della sonda e mi accorgo che la previsione del giorno precedente era giusta, dovrebbe quindi cadere in un paese a qualche Km da casa mia e sarà a terra tra una mezz'oretta; in fretta recupero i ricevitori e le antenne e mi dirigo verso la zona indicata in attesa della caduta. Arrivato sul posto accendo il PC portatile, vi collego il ricevitore e con il software SondeMonitor https://www.coaa.co.uk/sondemonitor.htm Info: https://www.radiosonde.eu/RS00-I/RS06D-i.html, incomincio la decodifica del segnale, mancano solo pochi minuti all'impatto e la sonda mi gioca un "brutto scherzo" decide di cambiare direzione e tornare verso casa mia. Parto subito e dopo pochi istanti il segnale scompare quindi la sonda é a terra, individuo tramite SondeMonitor l'ultima posizione della radiosonda per sapere dove dirigermi. Arrivato a circa 1 Km dal luogo indicato recupero il segnale e man mano che mi avvicino si fa sempre più forte, fino a quando in un campo arato vedo una macchia bianca e spero sia lei; scendo dall'auto, metto gli stivali e in paio di minuti la raggiungo é proprio lei la mia prima RS92-SGP. ...Se le vostre prime cacce non andranno a buon fine non abbattetevi, l'impegno e la buona volontà vi porteranno sicuramente a dei buoni risultati.



Bellissimi Ricordi, con  soddisfazione Personale, Collegamenti Confermati con la I.S.S. STAZIONE SPAZIALE INTERNAZIONALE


12 dicembre 1901 - 117 anni fa SOLTANTO !
Primo collegamento Radio attraverso l'oceano Atlantico

Dalla voce di Guglielmo Marconi:
"La mattina del 12 dicembre 1901 tutto era pronto ed il momento decisivo si avvicinava. Nonostante un fortissimo e gelido vento si riuscì ad innalzare dopo molti vani tentativi un cervo volante che sollevava una estremità dell'antenna ad un' altezza di circa 120 metri. Alle 12,30, mentre ero in ascolto al telefono del ricevitore, ecco giungere al mio orecchio, debolmente ma con tale chiarezza da non lasciare adito a dubbi, una successione ritmica dei 3 punti corrispondenti alla lettera "S" dell'alfabeto Morse. I segnali, ciò che secondo ordini da me impartiti, venivano lanciati nello spazio dalla stazione di Poldhu sull'altra sponda dell'Oceano. Era nata in quel momento la radio telegrafia a grande distanza. La distanza di oltre 3000 Km, che sembrava allora enorme per la radio, era stata superata, nonostante il presunto ostacolo della curvatura terrestre che tutti ritenevano insormontabile. Il governo Italiano fu il primo ad avere la notizia di questa scoperta. Un dubbio rimaneva tuttavia nella mente di molti studiosi, quello cioè che, essendo la trasmissione dall'Inghilterra all'America, avvenuta saltando attraverso la superficie del mare, essa avrebbe forse potuto essere ostacolata, se lungo il percorso si fossero trovati continenti e montagne. La possibilità di risolvere questo dubbio mi fu data, per volere di S.M. il Re Vittorio Emanuele III che, nel 1902, fece mettere a mia disposizione la R. Nave Carlo Alberto agli ordini dell'ammiraglio Carlo Mirabello. Su questa Nave, nel corso di una lunga crociera nella Manica, nel Baltico, nel Mediterraneo e nell'Atlantico, potei inconfondibilmente provare che le zone continentale e le montagne interposte fra stazioni radiotelegrafiche non ne impedivano le comunicazioni. Si ebbe così la conferma di ciò che avevo da tempo intuito e che ora è divenuto realtà cioè non vi e distanza sulla terra che le radio comunicazioni non possano superare. Da quel giorno la scienza delle radiotelecomunicazioni ha fatto passi da gigante ed offre oggi all'umanità il più potente ed universale mezzo di rapida comunicazione a distanza che il mondo abbia mai conosciuto".

Nella foto: Guglielmo Marconi nella stanza del Signal Hill in San Giovanni di Terranova (Canada)


Roma 20 novembre 2018Sette esperimenti tutti italiani per una missione di lunga durata sulla Stazione Spaziale Internazionale. Nella sede dell'Agenzia Spaziale Italiana è stato presentato il cuore del programma scientifico della missione "Beyond" che da luglio vedrà impegnato Luca Parmitano sul laboratorio orbitante. L'astronauta italiano dell'Esa partirà insieme ai colleghi Andrew Morgan della Nasa e Alexander Skvortsov di Roscosmos.

"Amyloid aggregation": ha lo scopo di valutare se l'aggregazione delle fibrille amiloidi sia influenzata dalla microgravità, per identificare un possibile rischio professionale degli astronauti che trascorrono lunghi periodo sulla Stazione spaziale internazionale. 

"Nutriss": ha come obiettivo mantenere una composizione corporea ideale evitando l'aumento del rapporto massa grassa/massa magra dovuto alla microgravità.

 "Lidal": è l'evoluzione di "Altea", già a bordo della Iss tra il 2006 e il 2012 per monitorare le radiazioni cosmiche. Lidal permetterà ad Altea di misurare anche gli ioni leggeri e in particolar modo i protoni, e, utilizzando un'elettronica veloce e all'avanguardia, potrà misurare direttamente la velocità di ogni particella, permettendo di determinare l'energia cinetica delle particelle incidenti. 

"Xenogriss": utilizzando i girini di 'Xenopus', questo esperimento si propone di valutare se i processi di accrescimento e rigenerazione siano influenzati dalla forza di gravità.

 "Minieuso": è un telescopio di nuova generazione per lo studio e il monitoraggio di emissioni notturne in banda ultravioletta di origine terrestre, atmosferica e cosmica.

 "Acoustic Diagnostics": si propone di valutare eventuali danni all'apparato uditivo confrontando i risultati di numerosi test audiologici effettuati sugli astronauti prima e dopo la missione, ma anche attraverso test obiettivi dell'udito durante la loro permanenza in orbita. 

"Iperdrone": si articolerà in una serie di missioni che mirano alla realizzazione di un futuro sistema spaziale costituito da un drone che, in condizione di riposo, sia alloggiato presso la Stazione Spaziale Internazionale e all'occorrenza possa essere rilasciato per eseguire una serie di missioni, incluso il rientro di payload dalla ISS.



 



27-29 ottobre Nonostante il burlone della giornata, L'OBBIETTIVO AWARD è stato RAGGIUNTO  !!.... 

I Modi di EmissioneLe bande di frequenza assegnate ai radioamatori sono piuttosto limitate rispetto al numero elevato degli utilizzatori, per cui è sempre stato ritenuto indispensabile cercare di ridurre al minimo lo spazio occupato da ogni singola emissione, pur assicurando un'efficace ricetrasmissione del segnale (e quindi dell'informazione ad esso associata).Si dice Banda passante lo spazio in frequenza occupato da un segnale radio. Più stretta è la banda passante, migliore è la selettività dell'apparato ricevente e maggiore il numero di stazioni che possono operare contemporaneamente in una delimitata porzione dello spettro di frequenza utilizzabile senza causare interferenze reciproche.Per quanto riguarda la Telegrafia (CW = Continuous Wave - onda continua) si tratta di un'onda portante con impulsi brevi (punti) o lunghi (linee) corrispondenti alla codifica in codice Morse. Il cw occupa una banda passante molto stretta ed offre quindi ad un maggior numero di stazioni di operare in ristretti spazi di frequenza. Altri vantaggi del cw sono la semplicità tecnica e progettuale dei ricetrasmettitori per sola telegrafia e la notevole penetrazione dei segnali in cw attraverso interferenze di ogni tipo che rende possibile operare in condizioni estreme dove altri modi di emissione falliscono.Il modo Telescrivente RTTY (Radio Tele TYpe) è un sistema di comunicazione con lettura diretta dei caratteri trasmessi utilizzando due frequenze convenzionalmente indicate come "mark" e "space" la cui differenza in frequenza (shift) è definita convenzionalmente dai radioamatori in 170 Hz, mentre altri servizi commerciali utilizzano shift differenti. Nelle trasmissioni RTTY si utilizza il codice Baudot a 5 bit, oppure codice ASCII a 7 bit. Negli ultimi decenni al sistema base RTTY si sono aggiunte nuove implementazioni denominate AMTOR (AMateur Teleprinting Over Radio) e PACTOR (PACket Teleprinting Over Radio).I sistemi di ricetrasmissione digitale sono tanti e subiscono delle continue evoluzioni. Il PSK31 è un metodo di modulazione in cui i dati binari sono codificati come cambiamenti di un tono audio (shift). Il computer invia i segnali in PSK31 alla radio attraverso una interfaccia e la radio li trasmette via etere in SSB. Il PSK è molto simile al traffico RTTY.La modalità Televisione a scansione lenta SSTV (Slow Scan TeleVision) è un metodo analogico usato per inviare immagini compatibilmente con la limitata occupazione di banda passante, quindi a "scansione lenta". Il sistema pertanto non consente la visione di immagini in movimento veloce. Negli anni passati un apparato molto usato per SSTV era il ROBOT. Oggi si possono usare nuovi sistemi digitali come DIGTRX 3.11.La Fonia SSB (Single Side Band o Banda Laterale Unica) è il sistema di emissione più usato nelle onde corte e consiste nella soppressione dell'onda portante e di una delle due bande laterali. La emissione risultante viene definita LSB (Lower Side Band o Banda Laterale Inferiore) e viene usata nelle gamme dei 160 - 80 e 40 metri. La emissione USB (Upper Side Band o Banda laterale Superiore) viene adoperata nelle gamme alte dei 20-17-15-12 e 10 metri, oltre alle VHF ef UHF.La Fonia FM è una modalità di trasmissione che consiste nel modulare un'onda portante in modo che la la sua frequenza vari in relazione all'ampiezza del segnale da trasmettere, sia esso audio o dati. La fonia trasmessa dai radioamatori è NBFM (Narrow Band Frequency Modulation) cioè FM a banda stretta non superiore a +/- 5 KHz. Nelle onde corte non è permessa emissione FM, tranne che in 10 metri negli USA ove sono consentiti ponti ripetitori. La modulazione FM si usa normalmente nei ricetrasmettitori palmari VHF ed UHF.La Fonia AM è stato fra i primi sistemi di modulazione impiegati nelle trasmissioni di segnali audio. Esso consiste in un'onda portante e nelle due bande laterali in cui l'ampiezza del segnale varia in relazione all'intensità della modulazione (AM = Amplitude Modulation). E' un tipo di emissione non più in uso tra i radioamatori a causa della complessità degli impianti, della notevole potenza necessaria per la sua emissione e per la considerevole occupazione di banda che comporta.
Fonte: cerpc.it




IL PROGETTO  IN  DETTAGLIO  INTRODUZIONE
Essenzialmente il progetto Rete Radio Montana ha lo scopo di incrementare la sicurezza in montagna per mezzo delle comunicazioni radio, attraverso il libero scambio di informazioni. Attraverso varie forme di diffusione (internet, stampa, associazioni di settore, etc.) è in atto una campagna informativa che ha per scopo la sensibilizzazione di coloro che già praticano attività in montagna o in aree boschive, per l'utilizzo di apparati radio rice-trasmittenti di libero uso. Questi apparati sono denominati PMR-446 e sono sintonizzabili su vari canali.
FREQUENZE RADIO
Per convenzione e a livello nazionale è stato stabilito l'uso di un canale unico per tutto il territorio nazionale, da noi denominato CANALE 8-16 (canale 8 + codice CTCSS 16). Tale canale corrisponde alla frequenza radio 446.09375 MHz con applicazione del tono subaudio (CTCSS) 114.8 Hz. Per chi è in possesso di apparati PMR-446 programmabili, il CTCSS va impostato sia in TX (trasmissione) che in RX (ricezione).
La funzionalità della Rete Radio Montana, ovvero la sua efficienza, è direttamente proporzionale al numero di apparati (nodi) sintonizzati contemporaneamente sul CANALE 8-16 in un'area geograficamente ristretta.
Sono state stabilite delle frequenze radio secondarie, da utilizzare eventualmente in aggiunta all'8-16, quali:
Per i soli radioamatori (in possesso della patente e relativo nominativo ministeriale): 145.250 MHz
Per i possessori di apparati CB (27 MHz): Canale 16 FM

IMPIEGHI
L'8-16 andrà utilizzato per l'interscambio di informazioni operative utili alla sicurezza, atte a prevenire situazioni di emergenza in montagna, quali:
Condizioni meteorologiche o del manto nevoso
Stato di agibilità dei sentieri e delle vie ferrate
Richiesta di informazioni ai rifugi che aderiscono al progetto
Per la sicurezza nel Volo Libero (Parapendio e Deltaplano), principalmente nel caso di voli lunghi (cross) o comunque solitari.
In caso di emergenza, se il telefono cellulare non avrà segnale GSM, potrete provare a chiedere aiuto ad altri utenti della RRM, che potranno allertare telefonicamente per voi il Soccorso Alpino.
E' in fase sperimentale ed attuabile esclusivamente con le organizzazioni di soccorso montano che cooperano con il progetto l'uso dell'8-16 come canale di comunicazione diretto tra i soccorritori e il malcapitato (smarrito o infortunato) durante le fasi di ricerca ed eventualmente soccorso, dopo l'allertamento dei soccorsi con le classiche modalità.
Per le comunicazioni private o non attinenti ai punti di cui sopra, bisognerà sintonizzarsi su un'altra frequenza radio per il tempo necessario, onde evitare l'occupazione impropria del canale.
A differenza del Canale E (161.300 MHz) attivo in Italia nella sola Regione Valle d'Aosta ed utilizzabile unicamente in caso di emergenza per l'allerta dei soccorsi, la Rete Radio Montana potrà essere impiegata - a livello nazionale - a prevenzione degli incidenti in montagna, ovvero per l'interscambio di informazioni di sicurezza (come sopra spiegato), oltre che - in alcune zone - come canale di comunicazione diretto con i soccorsi, in caso di ricerca ed eventuale soccorso. (fotografia sulla destra: il Capo Interventi nella sala operativa della REGA).
IDENTIFICATIVI RADIO
La partecipazione al progetto prevede l'assegnazione, a titolo gratuito, di un Identificativo Radio (ID). Approfondisci l'argomento.
COPERTURA RADIO
Non è possibile "disegnare" l'effettiva copertura radio della Rete Radio Montana perchè essa è variabile nel tempo, in quanto i vari nodi (utenti) della rete sono in continuo movimento sulle nostre montagne. Tuttavia, prelevando dal Sistema Informativo-Gestionale (RERAMONET) i dati georeferenziati dei collegamenti-radio effettivamente avvenuti sul CANALE 8-16 negli ultimi 30 giorni (avvenuti, pubblicati in RERAMONET e confermati da entrambe i corrispondenti), ci è stato possibile creare una mappa delle zone più attive, aggiornata in tempo reale: CONSULTA MAPPA COPERTURA ULTIMI 30 GIORNI.



Ripetitori per cellulari sul condominio

Il tema è "caldo": affittare il tetto a un'azienda di telefonia mobile per installare un impianto per le telecomunicazioni. L'intervento può rivelarsi redditizio, ma non facile da deliberare. In discussione, anche la sicurezza.


pagare cifre considerevoli per installare in cima all'edificio, sul tetto, i loro ripetitori. Somme di cui possono beneficiare i condomini proprietari, con la ripartizione in proporzione ai millesimi di proprietà. Prima, però, l'intervento deve essere approvato dall'assemblea di condominio e non è detto che il percorso sia agevole. Nel corso degli anni, infatti, le disposizioni del Codice civile, che considera "innovazione" l'installazione di un ripetitore, si sono scontrate con le pronunce di Tribunali e Cassazione che, anche per una serie di questioni legate agli effetti sulla salute delle onde elettromagnetiche, tema al centro di forti dibattiti, tendono a rendere più difficoltosa l'operazione.

È proprietà dei condòmini. Così come il lastrico solare, anche il tetto è una parte comune dello stabile e appartiene a tutti i condomini, a meno che il regolamento condominiale di tipo contrattuale non disponga diversamente. In molti casi si tratta di spazi inutilizzati, la cui unica funzione è quella di garantire la copertura dell'edificio.

In sintesi

  • L'intervento modifica la destinazione d'uso
  • Può essere necessaria l'unanimità
  • I redditi percepiti da tale locazione vanno dichiarati

Che cosa dice la legge

La norma di riferimento è il decreto legislativo 2 settembre 2002, n. 198 "Disposizioni volte ad accelerare la realizzazione delle infrastrutture di telecomunicazioni strategiche per la modernizzazione e lo sviluppo del Paese". All'articolo 4 prevede che «(...) l'installazione di torri, di tralicci, di impianti radio-trasmittenti, di ripetitori di servizi di telecomunicazione, di stazioni radio base per reti di telecomunicazioni mobili Gsm/Umts (...) venga autorizzata dagli enti locali, previo accertamento, da parte delle Arpa ovvero dall'organismo indicato dalla regione, della compatibilità del progetto con i limiti di esposizione, i valori di attenzione e gli obiettivi di qualità, stabiliti uniformemente a livello nazionale». Per quanto riguarda il condominio, gli articoli di riferimento del Codice civile sono il 1120, dedicato alle "Innovazioni" e il 1136, che disciplina le maggioranze utili per l'approvazione delle delibere assembleari. Il decreto legislativo 1 agosto 2003, n. 259 ha, invece, introdotto il Codice delle comunicazioni elettroniche, norma che regola i servizi e il mercato delle telecomunicazioni e delle radiocomunicazioni.

L'intervento è considerato una "modifica"

Il Codice civile non fornisce una definizione per le innovazioni, mentre per la Corte di Cassazione (sentenza 26 maggio 2006, n. 12654) esse sono «(...) quelle modifiche che, determinando l'alterazione dell'entità materiale o il mutamento della destinazione originaria, comportano che le parti comuni, in seguito all'attività o alle opere eseguite, presentino una diversa consistenza materiale, ovvero vengano utilizzate per fini diversi». In quest'ottica, l'installazione di un ripetitore può incidere, quantomeno parzialmente, sulla destinazione del tetto, rientrando così a pieno titolo tra le innovazioni.
• Di conseguenza, applicando l'articolo 1120 del Codice civile, «I condomini, con la maggioranza indicata dal quinto comma dell'articolo 1136, possono disporre tutte le innovazioni dirette al miglioramento o all'uso più comodo o al maggior rendimento delle cose comuni». Il quorum al quale fa riferimento la norma corrisponde, in prima e in seconda convocazione, al voto favorevole della maggioranza degli intervenuti in assemblea, che rappresentino almeno i 2/3 del valore complessivo dell'edificio.
• Se per il Codice civile non vi sono dubbi sulla natura dell'intervento, negli ultimi anni la giurisprudenza, tribunali di merito e Cassazione, ha più volte ribadito come per il via libera al ripetitore possa essere necessaria l'unanimità dei consensi, rendendone di fatto più difficile l'installazione. Ciò avviene soprattutto in presenza di un regolamento condominiale contrattuale, che contenga particolari limiti o addirittura divieti, oppure ove si dia luogo a una servitù.

La percezione del rischio di esposizione prolungata alle onde elettromagnetiche è al centro del dibattito

Il parere dei giudici

Già negli anni Novanta la Suprema Corte (sentenza 3865/1993) aveva affermato come fosse necessaria l'unanimità (l'installazione dell'antenna costituirebbe un diritto di servitù sul fondo comune - tetto o lastrico solare - per il quale, a norma dell'articolo 1108 del Codice civile è richiesta l'unanimità.
• Negli anni a seguire prima il tribunale di Milano (sentenza 12663/2002) e dopo quello di Genova (sentenza 1385/2006) hanno confermato l'orientamento della Cassazione, aggiungendo che l'installazione di una stazione radio può trasformare la destinazione funzionale di una parte del bene condominiale e ridurne, anche per un solo condomino, l'utilizzo e il godimento.
• C'è poi l'ordinanza del Tribunale di Bologna (4633/2005) secondo cui l'unanimità dei consensi è necessaria per il «(...) pericolo di deprezzamento dell'immobile conseguente all'incertezza oggettiva e alla diffusa diffidenza soggettiva circa le conseguenze derivanti da una persistente esposizione alle onde elettromagnetiche prodotte dalla stazione radio-base per telefonia cellulare».
• E ancora: «(...) in base agli studi, non si può escludere con assoluta certezza che le onde elettromagnetiche, soprattutto in caso di prolungata esposizione, provochino effetti nocivi per la salute di coloro che (...) risiedano nelle immediate vicinanze della fonte irradiante».

Unanimità e 333 millesimi oltre la maggioranza

In definitiva, nel caso in cui un'azienda di telefonia proponga al condominio l'installazione del ripetitore, occorrerà valutare con attenzione le caratteristiche dell'impianto, fermo restando che potrebbe essere necessaria l'unanimità per l'avvio definitivo dell'opera.
• Non desta invece particolari problemi la stipula del contratto di locazione vero e proprio che, se non ha durata superiore ai nove anni, può essere approvato dall'assemblea, in seconda convocazione, con il voto favorevole di 333 millesimi, oltre alla maggioranza degli intervenuti.

Il ruolo di Comune e Arpa

L'autorizzazione per la posa dei ripetitori, in base alle regole fissate dal Codice delle comunicazioni elettroniche, è di competenza dei Comuni, mentre il controllo e la vigilanza
sugli impianti è affidata all'Arpa, l'Agenzia regionale per la protezione ambientale.
Le verifiche riguardano soprattutto le emissioni elettromagnetiche, che devono rientrare entro certi limiti per non arrecare danno alla salute delle persone.
• L'Arpa, in particolare, esegue calcoli basati sull'utilizzo di modelli di previsione e comunica i risultati all'ente territoriale che dà il via libera all'installazione.
• Un ultimo aspetto, altrettanto importante, riguarda il coinvolgimento degli edifici vicini. Le emissioni delle antenne, infatti, possono propagarsi con un'intensità maggiore in determinate direzioni e, al contrario, essere più deboli nell'edificio in cui sono installate. Ciò significa che un'abitazione più vicina a una sorgente può essere sottoposta a un campo minore rispetto a una più lontana.

Canone, durata e dichiarazione dei redditi
La durata del contratto di locazione del tetto sottoscritto tra il condominio e il gestore telefonico ha solitamente una durata di 9-12 anni e, in media, prevede un canone annuo pari a 10-15 mila euro.
• Riguardo alla durata, qualora sia pari o superiore a 9 anni, in fase di approvazione della delibera assembleare sarà sempre necessaria l'unanimità dei consensi.
• Per quanto riguarda i redditi percepiti dai condòmini (in base ai rispettivi millesimi di proprietà) essi vanno inseriti nella dichiarazione dei redditi alla voce "redditi diversi".

In collaborazione con avv. Silvio Rezzonico, presidente nazionale Federamministratori/Confappi, Tel. 02/33105242, www.fna.it